Tag

, , , ,

Come riesce il settore della moda a farci accettare continuamente nuovi stili? Il successo di una nuova tendenza è frutto della casualità?

Capita spesso di vedere servizi televisivi dedicati a sfilate di moda e grandi stilisti visionari.
Sarà che non sono un gran esperto di moda, però mi sono sempre chiesto quale sia l’utilità di certi abiti, esagerati, importabili e al limite dell’assurdo, proposti nelle più illustri passerelle.
Vogliono stupirci o persuaderci?
Beh, questa mattina, ricercando materiale per l’esame di Sviluppo dei nuovi prodotti, mi sono imbattuto in un interessante articolo su Economia & Management riguardante le dinamiche di accettazione di nuovi stili e nuove mode.

In breve:
gli autori dell’articolo sostengono che l’esagerazione stilistica di un oggetto (in questo caso i capi sfilata) renda più facile l’accettazione della sua versione base (quella che effettivamente viene poi venduta nel mercato di massa, nei negozi che abitualmente frequentiamo).
Per facilitare l’accettazione del nuovo non solo ai consumatori esperti, suggeriscono di creare un prototipo che mostri in maniera evidente i suoi elementi innovativi e semplifichi la loro comprensione anche da parte di un pubblico non esperto.
Ciò induce a una valutazione più favorevole del nuovo stile e aumenta le probabilità che questo venga accettato e adottato (che ci diventi familiare e venda).
Il successo di un nuovo trend è meno casuale e più scientifico di quanto si possa pensare.
La stessa logica è applicabile anche in ambiti diversi, per esempio alle concept car.

Cito alcune parti significative:

[…] Dal punto di vista visivo, l’esagerazione è una tecnica di rappresentazione che rende le caratteristiche distintive di un oggetto più evidenti, enfatizzandole, o rappresentandole in modo iperbolico, rendendo in tal modo più agevole la decodifica (wmq: comprensione) di tali caratteristiche (Ramachandran, Hirstein 1999). […]

[…] L’esagerazione, infatti, mette in rilievo le caratteristiche distintive di uno stimolo visivo, lasciando in secondo piano quelle meno rilevanti, così come avviene nelle caricature. Le caratteristiche che vengono rese in modo esagerato sono più agevoli da recepire ed elaborare mentalmente, e numerosi studi hanno dimostrato che la facilità nell’elaborare l’informazione rende automaticamente le valutazioni dello stimolo che viene elaborato più favorevoli (Reber,Winkielman, Schwarz 2004; Winkielman et al. 2003). […]

[…] E’ prassi consolidata far precedere al lancio del prodotto la presentazione di prototipi basati sullo stesso concetto, ma che ne esasperano alcune caratteristiche […]

Fonte: Cillo Paola, Scopelliti Irene, Mazursky David.  Stupire o persuadere? Strategie di lancio di un nuovo stile nel settore della moda. Economia & Management 5 – 2011