Tag

, , , , , , ,

Per pubblicizzare un evento (conferenza, festa, serata, iniziativa ecc.) Facebook ti offre vari strumenti: pagina dedicata, inserzioni a pagamento, possibilità di invitarci gli amici, di mandare un messaggio privato a tutti gli invitati, e di condividerlo in bacheca.

Ma secondo me, il dettaglio veramente efficace, il miglior strumento di persuasione offerto da questo social network, è il seguente:

Francesco Favaro IV parteciperà a COCKTAIL PARTY PARTE II — sabato 24 marzo alle ore 18.00 presso BAR TOCAI.

Ho riportato un esempio concreto, “creatosi” cliccando su “Parteciperò” all’invito ad un evento ricevuto da un’amica.
La mia azione ha generato una notizia che appare nella homepage dei miei amici nella forma sopra citata, in più, in aggiunta al mio nome, essi vedranno anche il nome di tutti gli altri loro amici che parteciperanno a questo determinato evento (pubblicità al Cocktail Party gentilmente offerta da WMQ).
Un passaparola artificiale, generato da Mr Facebook.

Che dire? Semplice, gratuito e social.
(e non controllabile. Però se l’evento creato suscita l’interesse del tuo target, l’innesco dell’effetto virale viene accelerato e quasi garantito)