Tag

, ,

Create qualcosa!

Un articolo su Mashable la dice proprio giusta. Invece di scrivere un curriculum, magari montato di fuffa, bisognerebbe creare una propria impresa. Portare avanti un progetto di propria iniziativa.

Creare qualcosa – che sia un’azienda, un blog, un club, un business legato a un hobby, un negozio su Etsy – dimostra che siete dei self-starter e delle persone ambiziose e intraprendenti. Questo aiuta a provare che avete una propensione a concretizzare gli obiettivi. Dimostra che siete creativi e che sapete portare avanti qualcosa in autonomia.

Dar vita a un progetto personale può essere la chiave per colmare un gap di conoscenze o una mancanza di esperienza. Chi se ne importa se non avete 2 anni di esperienza in un determinato settore, se avete creato qualcosa di significativo che richiede quelle stesse competenze, oltre a una buona dose di auto-motivazione?

marketers blogCredo che l‘Università dia grandi opportunità, anche in termini di tempo, per seguire questo consiglio. Nel mio piccolo, ho dato spazio alle mie passioni, e al mio desiderio di mettere subito in pratica le conoscenze teoriche acquisite – testandole nell’immediato – tramite varie cose, incrociando spesso la mia passione per la musica e il djing con quella per il marketing.🙂

Se dovessi ripensare ai miei anni da universitario (che ahimè stanno per terminare), ho seguito i consigli di questo post in vari modi: entrando in Aiesec, creando una serata musicale (lo Zerogradi – Refreshing Party🙂 ) , creando con degli amici un gruppo di organizzazione eventi (Threeguys Corp), gestendo per due anni una serata in un locale della mia zona (Jaco, Il Venerdì Supersize), fondando Marketers, un club per studenti appassionati di marketing e management, aprendo questo Blog, aiutando un disco bar nella gestione della sua comunicazione online e offline.

E voi cosa state facendo per farvi notare?
Le vostre risposte potrebbero diventare preziosi consigli per studenti proattivi.😉

L’articolo da cui ho tratto il consiglio è questo.